Torna a tutte le News

Un Registro Elettronico per certificare proprietà e valore di biciclette, e-bike e monopattini elettrici

13 Aprile 2022

 

Avviata la sperimentazione del Registro Elettronico, basato su tecnologia blockchain, che certificherà  la proprietà di biciclette, e-bike e monopattini elettrici e gestirà i passaggi di proprietà in modo smart, sviluppando contestualmente una community condivisa tra gli utenti censiti. Questo innovativo progetto di Sara Assicurazioni è stato il primo ammesso nella Sandbox Regolamentare IVASS, un ambiente controllato nel quale vengono testati prodotti e servizi tecnologicamente innovativi al fine di verificarne le potenzialità a fini assicurativi e antifrode.

Sviluppato da Sara Assicurazioni in collaborazione con il partner tecnologico Solidity 2, il progetto prevede la costituzione di un Registro Elettronico per certificare proprietà e valore di tali veicoli, limitando furti, truffe e acquisti incauti e, allo stesso tempo, agevolando e stimolando la possibilità di assicurarli.

L’ammissione nella Sandbox IVASS è un riconoscimento della significativa portata innovativa del progetto Sara, che utilizza i registri distribuiti  blockchain per la raccolta di informazioni necessarie all’identificazione e alla proprietà di biciclette, e-bike e monopattini elettrici, con importanti ricadute positive sulla protezione e la sicurezza di chi si muove con questi mezzi.

Sara, Compagnia Assicuratrice ufficiale dell’Automobile Club d’Italia, investe ogni anno l’1% dell’utile netto  sulla sicurezza stradale e il rispetto reciproco tra gli automobilisti e tutti gli utenti della strada, da chi sceglie le due ruote ai pedoni, a chi preferisce mezzi più green e alternativi, come bici e monopattini elettrici

“Siamo orgogliosi di aver ideato il primo progetto ammesso nella Sandbox IVASS - ha dichiarato il Direttore Generale Alberto Tosti - Il nostro impegno è volto a sviluppare soluzioni innovative sfruttando la tecnologia a beneficio di chi sceglie e utilizza la mobilità dolce e sostenibile.“  

"Consentire l’identificazione di questi veicoli e dei loro proprietari è un passo importante sia per la mobilità che per il settore assicurativo - ha dichiarato il Direttore Tecnico Alberto Cucinella - Questo strumento sarà una garanzia per gli utenti più vulnerabili della strada, che attraverso il registro potranno accedere più agevolmente alle tutele assicurative, anche a vantaggio della sicurezza, ed accompagnerà i nostri clienti nella transizione verso una mobilità sempre più multimodale e sostenibile.”